Eliminazione del tagliente dei bordi di una lastra, ottenuta con nastri o mole di pietra, di carborundum o diamante di grana piuttosto grossolana (filo greggio); successivamente si procede alla eliminazione di ogni minuta asperità dei bordi e ad una lucidatura degli stessi con mole diamantate a grana finissima o con pomice in polvere (filo lucido). Si possono ottenere differenti finiture e bordi:

  • filo greggio tondo o piatto
  • filo lucido tondo o piatto
  • filo a gradi, ideale per l’incollaggio del vetro su vetro
  • becco di civetta, o differenti finiture a seconda delle mole utilizzate
MOLATURA (2)_www.gruppotispa.it_980